4. Necropoli della Banditaccia, dal Recinto alla Tomba delle Cinque Sedie

Tombe del Comune. Pianta
Tipo
Archeologico
Nazione
Italia
Regione
Lazio
Provincia
Roma
Comune
Cerveteri
Durata
ca. 1 ora
Difficoltà
L’Area delle Tombe del Comune è accessibili solo previo permesso della Soprintendenza.
Data compilazione
2010
Autore
CNR-ISCIMA

Percorso

Usciti dall'Area del Recinto, si ripercorre l'"Autostrada" in direzione della città e, sulla destra, si trova un altro settore della Necropoli della Banditaccia, che comprende l'area delle Tombe del Comune.

 

La cosiddetta_Autostrada_72
La cosiddetta “Autostrada”

Scarica la mappa in formato PDF

Descrizione

A destra dell'"Autostrada", e parallelamente ad essa, in direzione della città, la Via Sepolcrale continua a correre dal Recinto fino alla zona più occidentale della Necropoli. Qui si trova l'area delle Tombe del Comune, scoperte per la maggior parte negli scavi ottocenteschi. Si tratta di ipogei del IV sec. a.C. che si affacciano su piazzette quadrangolari incassate nel tufo e che sono inseriti in un'area della necropoli riservata alle famiglie gentilizie che dominavano Caere nel periodo dell'alleanza con Roma. Si segnalano in particolare la Tomba dell'Alcova, la Tomba delle Iscrizioni (cosiddetta per le oltre 50 iscrizioni dipinte o incise indicanti i nomi dei defunti), la Tomba del Triclinio, la Tomba dei Sarcofagi (che ha restituito quattro sarcofagi in marmo bianco, di cui tre conservati al Museo di Cerveteri e uno al Museo Gregoriano Etrusco) e la Tomba dei Tamnsie (con due sarcofagi dipinti in marmo bianco, entrambi conservati nel museo locale). Quest'area è stata anche interessata dalle prospezioni geofisiche condotte dalla Fondazione Lerici.

Tomba delle Iscrizioni_72
La Tomba delle Iscrizioni in un disegno d’epoca

Sarcofago

Sarcofago proveniente dalla Tomba omonima (Musei Vaticani)  

Informazioni Turistiche

Informazioni turistiche

Bibliografia

Bibliografia essenziale

Tappe dell'itinerario

Tomba delle Cinque Sedie. Seggi

1.Tomba delle Cinque Sedie

archeologico, Italia, Lazio, Roma