Scheda descrittiva

Nella motivazione con cui l’UNESCO ha inserito il sito nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità si legge:

Le necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia riflettono i diversi tipi di pratica funeraria utilizzata dal IX al I sec. a.C. e rappresentano una testimonianza del mondo etrusco. È la prima volta che questa civiltà urbana del nord del Mediterraneo viene iscritta nella Lista del Patrimonio Mondiale. Alcune tombe sono monumentali, scavate nella roccia e sormontate da impressionanti tumuli, molte sono caratterizzate al loro interno da sculture in basso rilievo e altre ancora hanno alle pareti dei dipinti eccezionali.

 
http://whc.unesco.org/en/list/1158/