Convenzione per il Patrimonio Mondiale

La Convenzione per la protezione del Patrimonio Mondiale culturale e naturale, adottata dalla Conferenza generale dell'UNESCO il 16 novembre 1972, definisce il tipo di siti naturali e culturali che possono essere presi in considerazione per l'iscrizione all'Elenco del Patrimonio Mondiale e delinea i doveri degli Stati membri nell'identificare potenziali siti e nel proteggerli e preservarli. Sottoscrivendo la Convenzione, ogni Paese si impegna a conservare non solo i siti del Patrimonio Mondiale presenti sul proprio territorio, ma anche a proteggere il proprio patrimonio nazionale.

In base alla Convenzione i Paesi riconoscono che i siti iscritti nella Lista del Patrimonio Mondiale che si trovano sul proprio territorio costituiscono un patrimonio "alla cui salvaguardia l'intera comunità internazionale è tenuta a partecipare". La Lista del Patrimonio Mondiale riflette la ricchezza e la diversità del patrimonio culturale e naturale del mondo intero.
 
Convenzione

http://whc.unesco.org/en/conventiontext/
http://www.unesco.it/cni/index.php/convenzione/